21Ago

Come migliorare la tua azienda con Twitter

Probabilmente è il social network usato con maggiore superficialità rispetto agli altri. Invece anche Twitter può essere davvero utile per la tua azienda. Ovviamente anche in questo caso c’è bisogno di un piano, di una strategia e di tanta buona volontà per avere risultati. Solo con questi elementi è possibile migliorare la tua azienda con Twitter. Quindi fate attenzione a non cadere in errori banali che tanti commettono. A partire dall’autocelebrazione, quanto di più sbagliato si possa fare. Conversate, scambiate messaggi, create interazione. È inutile usare un tono elevato o proporre una serie di tweet con link.

Come funziona Twitter?  coinvolgimento e originalità

La parola d’ordine quindi è coinvolgimento. Cercate di attirare l’attenzione, di catturare fan e di coinvolgerli. Parlate con tutti, rendeteli partecipi e cercate di interagire il più possibile. Un altro aspetto da non sottovalutare è la personalizzazione dell’account. Twitter non è come Facebook, non offre grandi possibilità per rendere il proprio profilo unico. Ma quei pochi spunti che ci sono bisogna sfruttarli. Mettetevi nei panni di un utente e provate ad entrare nel vostro account. Sicuramente una descrizione esaustiva ma non noiosa può dare l’idea di dove ci si trovi. Inoltre sfruttate a dovere il logo, l’immagine di copertina e quella di sfondo che fortunatamente possono essere modificate. Meglio immagini di alta qualità per dimostrare la propria professionalità.

L’uso degli hashtag e le domande da porsi

Una delle caratteristiche più importanti di Twitter è l’uso degli Hashtag. Rappresentano una vera e propria risorsa per ogni utente perché permettono di rendere rintracciabile e riconoscibile il contenuto di un tweet. Per poterli utilizzare è necessario uno studio approfondito per capire quali scegliere e come impostarli. Inoltre non bisogna esagerare con l’uso perché potrebbe causare l’effetto contrario e confondere l’utente.

Anche per questo è indispensabile non improvvisare e farsi aiutare da un professionista. Anche per questo bisogna lavorare con un piano ben definito, creare una strategia adatta per ottenere ciò che si vuole. Solo in questo modo si possono avere dei risultati importanti. Uno schema per capire di cosa si tratta viene offerto da Social Media Examiner. In genere bisogna rispondere a determinate domande:

  • chi sono le persone che devono seguire i tuoi tweet?
  • Quanti numeri di tweet vuoi mandare al giorno?
  • I tweet devono essere schedulati? Per quale intervallo di tempo?
  • Quali keyword vuoi usare per i tuoi tweet?
  • Quale orario di pubblicazione è più adatto per avere più followers?

Non si può fare tutto da soli, per questo è necessario per un’azienda affidarsi ad un team di esperti che sappiano combinare i vari strumenti a disposizione e garantirti il risultato richiesto.