20Ott
Come e perché scegliere il font più adatto

Come e perché scegliere il font più adatto

Spesso la cura dei dettagli fa la differenza. Questa regola vale anche nel web ed in particolare per i contenuti. Originali, validi e interessanti ma per renderli speciali c’è bisogno anche di un carattere appropriato. La scelta del font diventa quindi un momento delicato perché, a seconda dei contenuti, può conferire un tono particolare a quanto e come si vuole comunicare. Un aspetto poco considerato in tantissimi progetti web e che spesso può essere decisivo per catturare l’attenzione degli utenti.

L’importanza del font

Quando si parla di font consideriamo tutti i caratteri che sono sviluppati secondo lo stesso tipo di design. Diverse varianti di un certo tipo di carattere vengono identificate come una famiglia di font. Il designer Daniel Will-Harris ha centrato pienamente l’importanza di questo strumento, in qualsiasi contesto si utilizzi. “Non esistono font belli o brutti, ma solo font adeguati o inadeguati a un progetto”. Quindi come decidere il font più adatto per il vostro sito web? Cosa bisogna fare? Puntare alla leggibilità o variare in base alle circostanze? Tutte queste domande avranno una risposta solo se si studia in maniera approfondita ciò che si vuole fare. In una fase preliminare bisogna infatti capire qual è l’obiettivo del progetto. Prima di scegliere i font da utilizzare bisogna conoscere il contenuto di quest’ultimo e chi sarà l’utente di riferimento. Ad esempio se il progetto è ricco di contenuti, utilizzeremo font progettati per la lettura e non caratteri di decorazione che in testi lunghi ne riducono la leggibilità.

Target di riferimento e caratteristiche del font

Un altro aspetto da tenere in considerazione è quello di suscitare emozione. Il font è un veicolo per ottenere ciò. Dipende ovviamente dal messaggio che si vuole trasmettere. Può essere sobrio, allegro, sfarzoso o serioso, quindi potrebbe avere un taglio morbido, più professionale o secco. Ci sono però varie regole da rispettare, a prescindere da ciò. Ad esempio non si usano più di tre font differenti, ma la miglior cosa è utilizzarne un paio usufruendo delle loro varianti come il corsivo e grassetto. In questo modo si può dare più movimento e una linea omogenea nel progetto di design. Questo però non deve essere affidato al caso. Bisogna mettersi nei panni del lettore e capire come trasmettere il messaggio. Per questo è necessario uno studio approfondito del progetto. Un’altra caratteristica che bisogna tenere conto è quello della funzionalità. Ormai il traffico attraverso dispositivi mobili è superiore a quello desktop, quindi è importante evitare caratteri troppo particolari e raramente utilizzati, aumenterà inutilmente i tempi di caricamento.  Occhio anche alla dimensione, testi piccoli non favoriscono la lettura con determinati font. Utilizzate sempre una media grandezza e un font adatto.

Contattaci per avere maggiori informazioni