24Apr

Cookie Law, cosa c’è da sapere per il tuo sito web

In tutta Europa esiste una direttiva sulla privacy online per offrire agli utenti un maggiore controllo sui loro dati. Introdotta nella legislazione europea, è formata da una serie di modifiche alle norme federali in materia di comunicazioni elettroniche e privacy dei dati. In particolare, vi è una sezione di tale direttiva – articolo 5, paragrafo 3 – che si applica all’uso di archivi di dati da parte di siti web. E per la maggior parte, si riduce ai cookie.

Gli Stati membri assicurano che la memorizzazione delle informazioni o l’accesso alle informazioni già memorizzate sia consentita solo a condizione che l’abbonato o l’utente interessato abbia dato il proprio consenso. In pratica i siti Web devono chiedere il consenso ai visitatori prima che possano installare la maggior parte dei cookie.

Perché è stata attuata questa direttiva

Questa regola non si applica in realtà ai soli cookie. Ma la realtà è che, poiché i cookie sono così diffusi, sono diventati centrali nel modo in cui la regola viene interpretata. In secondo luogo, non vieta i cookie: c’è solo bisogno del consenso degli utenti prima che possano essere installati. Infine non tutti i cookie sono soggetti alle regole.

I dati ritenuti necessari per il funzionamento di base del sito Web – i cookie di sessione utilizzati per tracciare un paniere di prodotti fino alla cassa, per esempio – non richiedono il consenso, perché è implicito dal semplice fatto che stanno cercando di utilizzare il sito in primo luogo. L’idea è di dare agli utenti un maggiore controllo su chissà cosa su di loro e su come è usato. Si tratta quindi di un tentativo di armonizzare le leggi tra gli stati membri europei per la conservazione dei dati e la privacy.

A chi è rivolta la direttiva sui cookie e la privacy

La direttiva riguarda tutti coloro che hanno sede in Europa e che gestiscono un’azienda basata sul Web. Non importa dove si trovano i server, ma dove è diretta la tua attività. I servizi tipici che sicuramente rientrano nelle regole includono l’analisi dei siti Web e la pubblicità di terze parti. Essenzialmente tutto ciò che non è completamente intrinseco al funzionamento del sito. L’approccio più semplice per implementare questa novità è una casella di controllo. Questa viene presentata agli utenti quando visitano per la prima volta un sito.

Contattaci per capire se il tuo sito è a norma!