08Giu
Cosa sono i permalink e come ottimizzarli?

Cosa sono i permalink e come ottimizzarli?

Un permalink è un collegamento permanente che viene utilizzato per riferirsi a un particolare articolo, post Web o post di un blog. Sono utili perché guidano i lettori sull’articolo esatto che stanno cercando, consentendo loro di aggiungere un segnalibro o di ripubblicare l’articolo altrove (e condividerlo!). Fondamentalmente blocca l’articolo in modo che anche se il tuo blog ha pubblicato migliaia di altri articoli, un lettore può sempre fare riferimento a quel permalink. Per chi gestisce ed è proprietario di un sito sono importanti per costruire la struttura e migliorare l’aspetto SEO (ottimizzazione dei motori di ricerca). L’utilizzo di permalink strutturati può fare la differenza rispetto alle migliaia di post presenti. Ma quali caratteristiche deve avere un permalink?

Permalink, quali sono le caratteristiche da rispettare

Prima di tutto deve essere rilevante, facile da ricordare ed univoco. In particolare questo aspetto è fondamentale perché non si dovrebbero mai avere due articoli con permalink simili perché Google non saprà quale dovrebbe mostrare nei risultati di ricerca. All’interno del permalink è fondamentale inserire le parole chiave, un modo per i lettori di sapere di che cosa tratta esattamente l’articolo. Attenzione alle modifiche. Cambiare un permalink dopo che è stato pubblicato comporterà un errore 404 sul vecchio URL, influenzando pesantemente la tua rilevanza con Google. Se si vuole cambiare, si deve reindirizzare quello vecchio a quello nuovo. Un piccolo consiglio è quello di non usare le cosiddette stop words: congiunzioni, articoli, pronomi e via dicendo. Hanno una bassa priorità agli occhi di Google e rendono così inutilmente lungo il permalink. Ci sono diversi modi per formattare la struttura del permalink: ad esempio wordpress usa diverse opzioni.

I vari tag da utilizzare per personalizzare i permalink

L’impostazione predefinita prevede la stringa tipo “? P = 1234” dove p è per pagina seguito dai numeri di identificazione dell’articolo. Poi c’è la struttura numerica ed il post name, quello più popolare per i blog. Semplice, facile da ricordare e più adatto per l’attività SEO. Tuttavia, se stai postando diversi articoli sullo stesso argomento, potrebbe essere più difficile trovare un post slug univoco. L’uso del nome dell’articolo nel permalink impedisce anche che diventi un “link morto”. Consente inoltre di aggiornare l’articolo in qualsiasi momento. Nel permalink può essere inserito anche giorno di pubblicazione. Ad esempio il mese e il nome sono più comunemente usati per i blog che non pubblicano articoli frequentemente.

L’ultima opzione presente è categoria e nome. C’è però anche la possibilità di personalizzazione del permalink con diversi tag e combinazioni come anno, giorno, minuto, secondo, posti id, nome del post, categoria o nome autore.

Contattaci per avere maggiori informazioni