05Feb

Cosa fare nel 2018 per posizionarsi meglio su Google?

Come ogni anno analisti ed esperti provano a capire i nuovi segreti di Google. Cosa riserverà per il 2018 l’azienda statunitense? Quali saranno le direttive che si potrebbero intuire per permettere al proprio sito di posizionarsi meglio? Secondo quanto fatto negli ultimi mesi, tantissimi SEO hanno individuato cinque dettagli che potrebbero fare la differenza nel nuovo anno. Proviamo a conoscerli insieme per dare una marcia in più al vostro sito e di conseguenza al vostro business.

Rispondi alle query con contenuti validi

 

Se vuoi posizionarti più in alto, concentrati sul contenuto che conta e rispondi alle query richieste. Ad esempio, quando il tuo obiettivo è di essere ricercabile per “automazione del marketing”, assicurati che il tuo sito web abbia una risposta completa a ciò che l’automazione del marketing è e come conquistarlo, così l’utente non deve cercare più informazioni in un’altra pagina . Ogni volta che l’utente cerca un termine, visita un sito web e non lo cerca nuovamente trasmette un segnale chiaro a Google. Il motore di ricerca considererà quei contenuti di alta qualità e aumenterà automaticamente il tuo page rank. D’altra parte, se l’utente cerca nuovamente la stessa query su Google dopo aver visitato un sito web vuol che quel tuo contenuto è incompleto o irrilevante.

Parla agli utenti

La ricerca basata su parole chiave continuerà ad essere un elemento fondamentale nel 2018. Quando si fa SEO o si esegue una campagna di ricerca a pagamento, bisogna assicurarsi di utilizzare termini popolari per il pubblico. Ciò significa che bisogna puntare su parole chiave facili e spendibili. Ad esempio non puntare su “biglietti a tariffa ridotta”, ma sulla ricerca di “voli economici”.

Caricare velocemente e disporre di un sito Web reattivo

Il tempo di caricamento e la reattività dei dispositivi mobili continueranno a svolgere un ruolo importante nella SEO. Quindi, controlla il tempo di caricamento del tuo sito, ottimizzalo e concentrati sui dispositivi mobili.

Non dimenticare la qualità del dominio

Mantieni coerenti i tuoi domini per consentire a Google di indicizzare la tua pagina.

Scommetti su Google Immagini e tieni d’occhio la ricerca su Facebook

Google è il motore di ricerca più popolare per le parole, ma molti non si rendono conto che anche le immagini hanno un peso sostanziale nei risultati di ricerca e sono cresciute in modo rilevante negli ultimi anni. Nel 2018 bisognerà puntare anche sull’indicizzazione delle immagini utilizzando parole chiave pertinenti, aggiungendo meta descrizioni alternative e assicurandosi che il “nome” dell’immagine descriva l’immagine stessa. Inoltre è importante fare attenzione anche a Facebook. Sempre più membri del social network utilizzano lo strumento per trovare notizie, articoli e post relativi a parole chiave specifiche.