10Ago

Cambio sito web, ecco come valutare un preventivo

Avete intenzione di dare una nuova immagine al vostro sito aziendale? State per iniziare una nuova attività e avete bisogno di una vetrina sul web per farvi conoscere? Ciò che bisogna affrontare, anche se rappresenta sempre una nota dolente, è la voce costi. Effettuare un cambiamento o costruire un sito web costa, non ci si può affidare ad amici, parenti o amatori. In questo caso bisogna puntare solo su professionisti, esperti del settore che siano in grado di offrirvi tutte le opzioni possibili.

A voi non resta che valutare un preventivo, capire in cosa consiste effettuare un lavoro del genere, informarsi e comprendere il lavoro e il tempo che deve essere impiegato. L’errore più comune che si commette è quello di considerare tutto ciò come una spesa unica, un esborso di denaro e nulla più. In realtà effettuare un investimento su internet è un procedimento continuo, con risultati a lungo termine che permettono di mettere a frutto tutte le potenzialità di questo strumento potentissimo.

Preventivo SEO, non è un costo fisso

Partiamo dal presupposto che non esiste un costo fisso per un sito web. Bisogna considerare numerose variabili che possono far oscillare il prezzo da centinaia a migliaia di euro. Ma quali sono questi fattori? Proviamo a spiegarveli così da capire se un preventivo sito web sia realmente valido. Una delle soluzioni più semplici e convenienti è un CMS. Si tratta di un sistema di gestione dei contenuti (il più famoso è WordPress) che vi permetterà di avere costi ben definiti per questo aspetto. Un altro elemento da considerare è la progettazione grafica e il web design del sito. Insieme al cliente si valutano i modelli di pagina, la fruizione dei contenuti e tante altri aspetti che determinano la struttura del progetto. Il costo di questo aspetto può essere ridotto. In particolare se si usano template già sviluppati, in caso contrario invece il prezzo si alza.

Integrazioni ed ottimizzazione SEO

Un altro aspetto che può far salire il prezzo del preventivo sono delle integrazioni che vengono richieste in base alle esigenze del cliente. Tra le più comuni c’è la gestione e-commerce e pagamenti, aree riservate ed accessi controllati a specifiche aree del sito o integrazione con ERP aziendali ed extranet. Importante anche il numero di pagine da realizzare e la redazione dei testi. Soprattutto quest’ultimo richiede estrema professionalità per l’ottimizzazione richiesta dai motori di ricerca.

Ed è qui che si sofferma la nostra attenzione per conoscere a dovere un preventivo SEO. Un lavoro del genere è indispensabile per ricevere visite. Per competere con la concorrenza è necessario tenere in considerazione questo aspetto. Google è il cuore centrale di tutte le ricerche effettuate nel mondo. Bisogna valutare il settore, il mercato di riferimento e le necessità del cliente . Anche in questo caso i costi oscillano in base alle esigenze e al lavoro richiesto. L’ottimizzazione richiede varie fasi: analisi del sito, definizione di un piano, stabilire obiettivi, gestione, monitoraggio, report. In genere la spesa oscilla tra i 200 alle migliaia di euro al mese per progetti complessi.